DEPOSITATA SENTENZA FAVOREVOLE A SOGGETTO VACCINATO

09.06.2014 09:28

DEPOSITATA SENTENZA FAVOREVOLE A SOGGETTO VACCINATO

Il Tribunale di Potenza si è espresso in favore di un soggetto danneggiato da vaccinazione anti-poliomielite rappresentato dall'Avv. Emanuela De Rossi.

E' stata accolta la domanda del ricorrente tesa a far accertare il diritto a percepire l'indennizzo previsto dalla Legge n. 210 del 1992.

Precedentemente al giudizio la Commissione Medica Ospedaliera ed il Ministero della Salute avevano negato tale diritto sostenendo sia l'inesistenza del nesso causale tra la somministrazione del vaccino e l'insorgenza della patologia, sia l'intervenuta prescrizione causata dalla tardiva presentazione della domanda.

Riguardo al nesso di causalità il ricorrente ha dovuto superare non poche difficoltà. La cartella clinica dell'ente presso il quale era avvenuto il ricovero al momento dell'insorgenza della patologia risultava irreperibile, mentre era presente altra documentazione sanitaria che collocava erroneamente l'inizio della malattia in un periodo incompatibile con l'incubazione del virus. Occorre precisare che la medesima documentazione, sulla quale il Ministero convenuto basava le proprie difese, risultava a tratti illegibile e contraddittoria.

Quanto alla tempestività della proposizione della domanda di indennizzo ex lege 210/92, la fattispecie ha presentato rilievi di indubbia particolarità in quanto il ricorrente era stato vaccinato quasi quarant'anni prima della presentazione della domanda.

Il Giudice, in accoglimento del ricorso, ha ritenuto dimostrato il nesso di causalità e la tempestività della domanda proposta.

Argomento: DEPOSITATA SENTENZA FAVOREVOLE A SOGGETTO VACCINATO

Nessun commento trovato.

Nuovo commento